Post Brexit: mutui a tasso fisso più convenienti


Il dopo Brexit ha avuto conseguenze più o meno aspettate dagli operatori finanziari: il crollo della sterlina, il calo delle Borse, i titoli bancari di tutta Europa sotto pressione e l’aumento del prezzo dell’oro. Un effetto inaspettato di Brexit è stato l’impatto sul mercato dei mutui, in particolare sui mutui a tasso fisso. Per quale motivo? I Bund, i titoli di Stato tedeschi a 10 anni, hanno avuto un forte calo. E l’eurirs, il paramentro di riferimento dei prestiti a tasso fisso, è collegato all’andamento dei Bund. Questo significa che a parità di spread bancario, ipotizziamo pari a 1,50%, sottoscrivendo oggi un mutuo a tasso fisso di 150 mila euro in 20 anni, si possono risparmiare 22 euro rispetto al 23 giugno, il giorno precedente il referendum e la decisione del Regno Unito di uscire dall’Unione europea. Un risparmio totale di 5.280 euro.

Fonte: www.euribor.it

CONTATTACI

Trovaci sulla mappa
Via Aldo Moro, 34
25124 Brescia (BS)